Durante la raccolta, che va da ottobre a fine novembre, le olive più grandi e sode vengono utilizzate per una particolare lavorazione che si basa nel far prendere freddo alle olive, ecco perché “strinate“. In dialetto umbro il termine “strinate” significa gelate, anzi fatte morire dal freddo!

Sono un’ottima preparazione che rende onore alle olive, quelle nere. Una volta lasciate raffreddare (circa per un mesetto) le olive vengono quindi condite con bucce di arancia, olio di oliva, sale e un po’ di peperoncino piccante.

In Norcineria le prepariamo seguendo la ricetta di una volta. Sono ideali per arricchire e riscaldare le pietanze invernali!